Wikipedia ama i monumenti

  • Post author:

WIKI LOVES MONUMENTSAlzi la mano chi non conosce o non ha mai sbirciato qualche informazione nella più famosa enciclopedia aperta gestita da editori volontari, Wikipedia.
Ebbene già dal 2010, proprio dopo aver riposto teli da spiaggia e costumi, nel celebre mese della vendemmia, l’interessante concorso fotografico Wiki Loves Monuments  si propone di raccogliere immagini del patrimonio artistico e culturale mondiale affinché possano essere caricate su Wikipedia.
Se la prima edizione della sana competizione che invoglia fotografi professionisti e non riguardava solo i monumenti olandesi, nel 2011 si è estesa a 18 Paesi europei, fino a raggiungerne  35 in tutto il mondo nel 2012, e questa volta anche l’Italia.
Nel 2013 il numero dei Paesi coinvolti nel concorso è salito fino a 53, raggiungendo un record di quasi 370.000 foto.
Dato interessante per gli entusiasti appassionati di scatti nei vari siti archeologici da Nord a Sud del globo: la ciliegina sulla torta della V edizione di Wiki Loves Monuments è il coinvolgimento del sito archeologico di Pompei, la più importante testimonianza della vita al tempo dei Romani.
Promosso dall’Associazione per la diffusione della conoscenza libera, Wikimedia Italia, fondata nel 2005 con sede a Monza, il concorso si svolgerà dal 1 al 30 Settembre nei siti del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e del Turismo che hanno dato la loro adesione e rilasciato le autorizzazioni necessarie all’uso delle immagini.
Una competizione fotografica mondiale dunque, che costituisce un’imperdibile occasione per la Direzione generale del Grande Progetto Pompei e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei Ercolano e Stabia, che attraverso la partecipazione dei cittadini italiani e stranieri, li coinvolge direttamente  nelle attività di miglioramento della fruizione e nella valorizzazione del patrimonio culturale.
È possibile già da ora per coloro non vogliano mancare di arricchire questa interessante vetrina scegliere il monumento, registrarsi al sito www.wikilovesmonuments.it  e  caricare le foto scattate nella sezione dedicata del sito web.
Le magnificenze messe a fuoco saranno raccolte in tutto il mese di settembre e quindi valutate in vista della premiazione finale, che avverrà nel mese di novembre.
Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia e Boscoreale si preparano perciò al meglio per accogliere i partecipanti al concorso, consapevoli che il diffondersi di tali eventi costituisce una delle strade principali per garantire la divulgazione della più grande ricchezza del territorio.
Cosa aspettate, fanatici degli obbiettivi patrimonio dell’Unesco?
Un meraviglioso affresco con maschera teatrale e pavone … Un giovane panettiere abbracciato stretto alla sua amata … Due sfortunati cervi sbranati da cani attendono soltanto voi!

Nina Panariello