Scatta la Napoli nascosta, libera da dèjà vu

  • Post author:

meravigliosa napoliUn concorso fotografico internazionale con onore e merito contribuisce a liberare la città di Napoli da quei fastidiosi stereotipi nonché dai falsi riconoscimenti, i dèjà vu in cui è tristemente imprigionata da  troppi anni. Si tratta del Wonderful Naples Prize.
Il premio Meravigliosa Napoli invita dilettanti e fotografi professionisti di ogni età a presentare entro il prossimo primo giugno scatti segreti della città misconosciuta. Circa dieci, in modo da dare un quadro abbastanza esaustivo di ciò che si racconta per poi sceglierne alcune ai fini del concorso.
Le foto  richiameranno all’ arte piuttosto che all’architettura o semplicemente alla creatività partenopea in qualsiasi ambito culturale e sociale, nonché produttivo in un momento di massima crisi economica come quello attuale. Fu questa infatti, la crisi più complessivamente ambientale, a far maturare il concetto Photo Polis circa tre anni fa.
Partorito dalle ingegnose menti di due solenni maestri della fotografica, orgogliosamente partenopei, come Marco Maraviglia e Massimo Vicinanza, « … il concetto attribuisce appunto  alla fotografia  una funzione etica nella società, la polis, intesa come massima espressione di democrazia», come hanno dichiarato a Lo Speaker.
«Viaggiando sulla stessa onda, io e l’amico collega Vicinanza realizzammo il pay for piece, cioè il  primo corso di fotografia pagato a pezzi, così che i partecipanti potessero seguire solo le lezioni per cui provavano interesse. Insieme abbiamo realizzato poi due insoliti calendari partecipati: il primo realizzato sulle donne comuni, è stato finalista nella sezione Web del Premio Immagini Amiche organizzato dalla UDI (Unione Donne Italiane); l’altro invece creato per il 2014 Cani e gatti. L’amico peloso, stampato in 200 copie, è stato distribuito nelle scuole per sensibilizzare i bambini sul rapporto uomo-animale»,  ci ha spiegato Marco Maraviglia sui passi intrapresi nell’impegno sociale.
Collaboratori da quasi trent’anni di importanti riviste di viaggio italiane, è così che i due artisti hanno dato vita all’associazione culturale Photo Polis, accogliendo tutti coloro che si riconoscono nel concetto  di come rendere utile un’immagine a seconda della sua destinazione d’uso, nonché del « … senso di civiltà dell’immagine».
Ultimo in quanto recente progetto, estratto dal magico cilindro della sensibile associazione, il concorso Meravigliosa Napoli, che consiste in una ghiotta opportunità per il vincitore, che potrà vedere il proprio lavoro trasmesso nel circuito televisivo di Videometrò per un mese.
Dal 15 giugno al 15 luglio infatti le immagini potranno essere mostrate in modalità random nelle stazioni di metropolitane, funicolari cittadine, Cumana, Circumflegrea e Circumvesuviana raggiungendo fino a 300.000 viaggiatori al giorno.
Anche altri quattro candidati godranno di non trascurabili premi legati alla foto, firmati dagli sponsor tecnici del concorso.
La premiazione avverrà il 12 giugno alle ore 18 presso la sala Archimede di Città della Scienza, a conduzione dell’artista Mario Scippa.
Presenti in giuria oltre Mariangela Contursi, responsabile Creazione e Sviluppo d’Impresa della Città della Scienza, stimabili professionisti della fotografia, dell’arte, della comunicazione e del giornalismo come Giuseppe Albanese, Pino Grimaldi, Rosaria Iazzetta,  Antonio Menna, Sergio Olivotti, Sergio Siano e Pietro Treccagnoli.
Un concorso dunque che sarà una straordinaria vetrina che invita a partecipare chiunque sia in possesso di una buona macchina fotografica: a Napoli  non sarà difficile cogliere angoli insoliti, mestieri inimmaginabili e atmosfere surreali.
E comunque vada la partecipazione al concorso, bisogna sempre tenere a mente il motto dell’associazione Photo Polis: «Quando vi trovate davanti a una foto e osservarla vi fa desiderare di starci dentro o sapere come e dove è stata scattata, vuol dire che siete davanti a una bella foto».

Nina Panariello