Otto Rahn, dalla Gemania a Napoli – II parte

16 marzo 2014 14:41 0 commenti

MontsegurE questa è la storia di Otto Rahn, nato a Michelstadt in Germania il 18 febbraio 1904, dovefrequentò il liceo classico e poi nel 1926 si laureò a soli 22 anni in Lettere e Filosofia, specializzandosi in storia medievale.

A Rahn interessava particolarmente la storia dei Germani, degli imperatori sassoni di Svevia, di Federico II della grande Prussia, dei miti di Atlantide e di Iperborea, delle reliquie dell’Arca dell’Alleanza, della Santa Sindone, della lancia di Longino e del Santo Graal; approfondì anche studi sulla reincarnazione.

Iscrittosi a 21 anni al partito nazista, nel 1925 plaudì alle parate paramilitari delle squadre d’assalto e ai discorsi di Hitler sulla purezza ariana e pangermanica; s’iscrisse alla società del Vril e poco dopo alla società teosofica, frequentando nello stesso tempo i rosacroce esoterici di Franz Hartmann. Fu affascinato dal culto dei semidei, credeva nel concetto della razza superiore propugnata da Hitler e nella sua teoria del superuomo; venne altresì influenzato da Zanoni o La Razza Ventura, la razza dell’avvenire dell’inglese Lytton, iniziato alla massoneria egizia di Misraïm di Napoli simile al Memphis tedesco e inglese.

Autore anche di Gli ultimi giorni di Pompei, Edward Bulwer-Lytton contribuì alle teorie misticheggianti care ai pangermanici tedeschi come quella sulla Terra cava o sotterranea, il mito della civiltà nascosta di Shamballah o di Agarthi tra le rovine antidiluviane di Iperborea, di Lemuria e di Atlantide.

Nel 1926 Otto Rahn s’interessò all’arrivo di almeno mille immigrati monaci lamaistici, che s’insediarono tra Berlino e Monaco; nel 1928 visitò a Vienna il Museo imperiale degli Asburgo che conservava la famosa lancia di Longino e nel 1929 fu a Torino per la Santa Sindone.

Prolungò il viaggio italiano fino al 1930, visitando a più riprese Venezia, Firenze e Roma, facendo tappa a Palermo dove s’interessò del Barocco e dalle evidenti tracce arabe. Fu affascinato da Castel del Monte e dalle vestigia templari della Puglia, non tralasciò Napoli e gli scavi delle zone archeologiche e VillaLebano.otto rahn

ll professor Rahn, dopo il suo matrimonio in terra francese, si recò a visitare il castello di Gisor in Normandia, poi Parigi e nell’estate del 1932 la Provenza e la Linguadoca, visitando le rovine catare e inseguendo il mito dell’abate Sauniere, morto nel 1917.

Quasi ossessionato dalle sue ricerche, giunse alla taverna di Carcassone, ove ritrovò un‘autentica enclave di Catari diretti da Antonin Gadal, letterato, storico e dirigente prestigioso dell’associazione di cultori dei catari classici, che lo guidò alla ricerca degli storici luoghi dei Catari.

Gadal presentò a Rahn il suo pupillo olandese Jan van Rijckenborgh, pseudonimo di Jan Leene, detto anche John Twine, che pur avendo fatto parte dell’associazione americana  rosicruciana di Oceanside fondata da Max Heindel nel 1907, nel 1924 ne aveva guidata la scissione fondando il Lectorium rosacrucianum o Rosacroce d’Oro; dall’Olanda diffuse poi il Lectorium, insieme con la sua compagna, la scrittrice van H . Stok-Huyser, pseudonimo di Catharose de Petri, in Svizzera e Francia, particolarmente in Provenza, legandosi ai Catari neoalbigesi.

Insieme andarono a visitare gli ultimi rifugi catari albigesi dopo la caduta di Montsegur del 1243.

Nel 1933 Rahn compì un breve viaggio in Italia sul lago di Garda, a Sirmione e Desenzano, per visitare i rifugi albigesi sterminati dai cattolici nel 1269 , passando poi per Torino, dove incontrò la comunità albigese assorbita intorno al 1500 dai Valdesi dopo la persecuzione dei cattolici.

Nel 1934 Otto Rahn pubblicò il suo primo libro La crociata contro il Graal, che narrava narrando dell’oppressione cattolica contro la Provenza e del massacro dei Catari albigesi avvenuta tra il 1209 e il 1243, dove indicava Montsegur come il castello in cui era custodito il Graal.

Su incarico del generale nazista Himmler, il capo delle SS, di Ordine nero, l’aiutante di Hitler, il giovane generale Hess, noto esponente tedesco dell’OTO e teosofico in, lo avvicinò proponendogli un incontro con Himmler al castello tedesco di Mariemburg,  un tempo dei cavalieri teutonici, quartier generale delle SS Totenkopf (Testa di Morto), in compagnia del suo grasso guaritore, pranoterapeuta e massaggiatore naturopata dottor Kersten.

Il corpo SS fu fondato il 30 giugno 1934; era composto da squadre di sicurezza militare e politica naziste, al servizio diretto di Ordine nero, l’ordine supremo pangermanico del sole nero e vertice della Società di Thule e della sua sezione interna Vril che si occupava di studi occulti rosicruciani.

Il giovane professore medievalista ammiratore del nazismo e di Adolf Hitler venne subito inquadrato nella scuola preparatoria; in poco tempo passa al Burg di Berlino delle SS,dove ricevette la prima iniziazione. Nel 1936 venne dunque ammesso nella divisione Waffen SS come frate cavalleresco terziario di prima iniziazione germanica ss col grado di Unterscharfuher, cioè tenente.

In virtù dei suoi studi storici e filosofici ariani sulla difesa razziale fu subito ammesso nella sezione Ahnenerbe, organizzazione ufficiale SS collegata a Ordine nero, Sole nero e Società di Thule, al comando del colonnello Wolfram Sievers.

Ahnenerbe fu istituita dal professor Wurst, specialista in antichi testi sacri indiani e tibetani, docente di Sanscrito all’Università di Monaco e direttore dei 50 istituti Ahnenerbe scientifici per lo studio della Comunità Rosacroce, finalizzati alla fabbricazione della bomba atomica, dei missili V1 e V2, della misteriosa teoria V7, sono velivoli dalla sofisticata tecnologia antigravitazionale chiamata con il nome in codice “Vril”. e a volo lenticolare come gli Ufo. Gli istituti inoltre studiavano la mutazione biologica per la creazione del Supereroe ariano.

Agli inizi del 1937 Rahn, incoraggiato dal teorico del razzismo Rosemberg, pubblicò il suo secondo libro sui Catari Alla corte di Lucifero: i Catari guardiani del Graal; e promosso maggiore ma nell’unità superiore SS Testa di Morto con mansioni di esperto storico e archeologo.

Studioso appassionato, Otto Rahn non era certo preso dal delirio nazista; piuttosto aderì a quell’ordinamento sedotto dalle sconfinate possibilità di approfondire le sue ricerche. Non condivise mai l’ideologia estrema, né si mostrò mai d’accordo con persecuzioni e torture, col genocidio in atto nella Germania hitleriana.

Fu infatti accusato di essere omossessuale, perché si rifiutò di abusare delle prigioniere ebree o slave; protetto da Rosemberg, agli inizi del 1938 venne comunque promosso a Tenente Colonnello e incaricato della direzione del campo di sterminio di Dachau. Abborrendo le atrocità commesse sui confinati nel lager, chiese le dimissioni dal corpo SS e fu inviato in Tirolo austriaco come Colonnello di fanteria di linea.

Ufficialmente Otto Rahn morì di congelamento durante una tempesta di neve sulla parete della montagna vicino la cittadina tirolese di Soll il 13 marzo 1939; venne ipotizzata una sua solitaria diserzione e il suo comandante comunicò la notizia al padre con uno scarno telegramma in cui parlava di suicidio.

In realtà proprio nel giorno della sua presunta morte Rahn fu richiamato da Himmler al quartier generale del castello di Mariemburg a capo della sezione speciale studi sull’occulto col nome in codice di colonnello Rodolph.

Quindi Himmler, su consiglio di Rosemberg, comandò all’amministratore generale dell’Ahnenerbe colonnello Sievens di spedirlo alle rovine di Montsegur con l’ordine di effettuare scavi con una squadra di SS in borghese, e di proseguire poi le ricerche nelle grotte di Ornolac, di Lambrave, nel castello di Blanchefort, in Provenza e Linguadoca, nelle grotte di Ussat le Bains nonché prendere contatto con i Neocatari tramite il collaborazionista Noel Corbu, proprietario dei terreni e della chiesa di Santa Maria Maddalena di Rennes le Chateu.

Studiando le genealogie dei nobili provenzali catari e templari, ormai Rahn si sentiva egli stesso un cavaliere templare reincarnato o un moderno cavaliere teutonico.

Il redivivo Rahn fu visto al comando delle SS a Parigi il 14 ottobre 1943 e negli scavi tedeschi sotto il castello di Gisor in Normandia nel 1944; altri francesi neocatari giurarono di averlo visto in divisa di colonnello o in borghese in una taverna di Rennes e di Ussat nel 1944 e nel 1945.

Infine secondo alcuni ufficiali era presente al comando americano di occupazione di Berlino ovest nel 1945; ancora nel settembre 1947 fu visto tra gli uomini della CIA nei pressi di Marsiglia; poi pare che diresse in Provenza scavi archeologici al comando di americani e israeliani e che si trovasse al campo raccolta profughi internazionale NATO di Bagnoli tra 1948 e 1954.

Sembra poi che fosse in vacanza a Catania nel 1960 e 6 anni dopo in visita alla cappella Sansevero di Napoli.

Si dice che l’ex colonnello Rudolph morisse proprio nella Città delle Sirene nel 1983, all’età di 79 anni …

Michele Di Ioriootto rahn c.i.

Articolo correlato:

http://www.lospeaker.it/otto-rahn-dalla-germania-a-napoli/

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →