La reggia borbonica di Portici

15 febbraio 2015 00:01 0 commenti

Palace_of_Portici,_c_1745Sul lato orientale della città di Partenope, all’ombra del Vesuvio, vi è la bellissima città di Napoli, la perla del golfo, dove giunse un re mecenate e illuminista, Carlo III di Borbone, di nascita spagnolo. Il suo Governo guidato dall’avvocato toscano Bernardo Tanucci, fece la fortuna e felicità del popolo del sud finalmente indipendente da tutti. Ebbe così inizio il risveglio culturale, giuridico, sociale, militare, manifatturiero economico del Meridione.

Dai ponti napoletani della Maddalena e di Casanova, il fiume purissimo – all’epoca – del Sebeto, dopo circa 9 km della strada litoranea, superati i casali di Barra, San Giovanni a Teduccio, la cittadina di San Giorgio a Cremano e Pietrabianca vi è Portici, dove a Aarlo III piacque edificare la sua reggia estiva.

Secondo la leggenda la scelta luogo si deve però alla giovane regina Maria Amalia di Sassonia. Era da poco arrivata a Napoli quando, in seguito a una tempesta, le imbarcazioni reali rientrando da una visita all’isola di Procida, dovettero riparare nella rada del Granatello. La regina fu subito rapita dalla bellezza dei luoghi, e la sua meraviglia venne ben condivisa da Carlo, che ne rimase estasiato anche per la sua nota passione per la caccia e per la pesca.

La bellezza del posto, la terra vulcanica verdeggiante e fertile, il clima mite, e gli scavi archeologici che già erano stati effettuati nella , ricca di splendide ville fin dal sedicesimo secolo, intrigarono sempre più i due sovrani. Così decisero che avrebbero trascorso proprio qui le loro villeggiature.

Mentre edificava la grandiosa reggia nella ridente cittadina, nel 1738 Carlo III dispose di far riprendere gli scavi archeologici di Ercolano interrotti alla partenza del principe d’Elboeuf. Conferì prestigio alla zona incentivando la costruzione di sfarzose ville da parte della nobiltà concedendo il privilegio dell’esenzione fiscale lungo quel tratto di costa che fu giustamente chiamato Miglio d’Oro.

Qualcuno a corte sconsigliò di edificare la residenza per paura delle eruzioni e dei terremoti continui provocati dal Vesuvio, ma il giovane sovrano ridendo rispose che San Gennaro protettore di Napoli l’avrebbe salvaguardata da ogni pericolo.

Nel maggio del 1738 il re incaricò l’architetto reale Giovanni Medrano, generale di brigata del genio militare, di provvedere all’acquisto di terreni, giardini e di due ville del posto, quelle del conte di Palena e del principe Caracciolo di Santobono.

Dall’ottobre i reali abitarono in Villa Palena. I lavori iniziarono da Villa Santobono, espandendo il sito reale verso il mare entro l’anno 1740, quando fu acquistato il vicino palazzo Mascabruno e il giardino o bosco degli Aquino di Caramanico.

Nel 1741 l’architetto Medrano fu sostituito dal re con l’ingegnere romano Antonio Canevari, con l’incarico di progettare l’edificio reale di Portici più sontuoso del progetto iniziale.

Nel 1742 venne effettuato l’ultimo acquisto reale, Villa d’Elboeuf, aprendo il sito reale verso il porto del Granatello.

La reggia si sviluppò accanto alla chiesa dell’Immacolata e di Sant’Antonio da Padova.

Il museo archeologico comprendente la collezione farnesiana e le antichità ritrovate a Ercolano fu sistemato nell’ex palazzo Caramanico. In seguito, dal 1740 fu istituito nella Reggia il Museo Ercolanense che raccoglieva reperti farnesiani di Parma e di Roma,tra cui le mummie egizie, e i reperti di Herculaneum, Stabiae, Oplontis, Paestum e Pompeii.

Tutti i reperti vennero poi trasferiti a Capodimonte nel 1758 e sistemati definitivamente nel Real museo di Palazzo Teresa a via Chiaia, il Real Museo Borbonico. Nella Reggia di Portici rimasero solo i reperti ercolanensi fino al trasferimento della maggior parte di essi nella sede del Museo Archeologico di via Foria nel 1822.

Gli appartamenti reali furono dipinti e affrescati dal 1750, da pittori famosi come Giuseppe Bonito, Clemente Ruta, Crescenzo Gamba, Vincenzo Re , mentre per la Cappella Reale, inizialmente progettatta come teatrino di corte fu affidata all’esperto di restauri Giuseppe Canart che progettò anche la famosa fontana della dea Flora all’incrocio dei viali.

Nel bosco superiore del parco reale trovò posto il Real Serraglio con un elefante, gazzelle, tigri, leoni,antilopi, gnu, giraffe, non lontano dalla Real fagianeria.  riserva di Portici era la prima del Regno seguita da quella di Vivara a Procida.

Per approvvigionare il parco reale si dimostrò insufficiente l’acqua proveniente dalle sorgenti di santa Maria a Pugliano. Nel 1752 fu chiamato il Real architetto di Caserta, Luigi Vanvitelli, che grazie alla collaborazione di Ferdinando Fuga realizzò l’acquedotto che partiva dal Carmignano e dal Serino.

Per difendere Portici e la sua reggia da probabili incursioni barbaresche dal mare, come il tentativo non riuscito nel 1738 dove i saraceni tentarono addirittura di sequestrare Carlo III, nel 1768 fu costruito il molo militare nel porticciolo peschereccio del Granatello, mentre nella reggia venne alloggiato il corpo dei Liparotti del re, poi detti in reggimento di Fanteria da sbarco.

In seguito trovarono sede a Portici anche il Real mare e cosi il corpo dei Real cadetti ufficiali dell’Accademia del Real esercito.

Nel 1773 si tenne una grande parata militare nella cittadina, con in testa i famosi comandanti dei Liparotti, il maggiore don Vincenzo de Sangro e il capitano don Francesco Marsiconuovo principe di Caramanico.

Sempre in quell’anno vennero inaugurati il fortino, la piccola cappella del parco con il romitorio, il cavalcatoio reale delle Guardie reali a cavallo, delle Guardie d’Onore e delle Real Guardie del corpo, oltre al famoso osservatorio costiero e astronomico di Torre del parco. Le opere vennero tutte realizzate sotto la direzione del generale Francesco Pignatelli dall’ingegnere militare Francesco Andrea, che nel 1775 aveva realizzato e il grande galoppatoio coperto che fu inaugurato dal medesimo alla presenza dei Reali e degli augusti ospiti d’Asburgo, Giuseppe imperatore d’Austria e Leopoldo granduca di Toscana. Giuseppe fu tanto colpito dall’opera chese ne fece fare dei disegni per farlo costruirebtre anni dopo praticamente uguale nella reggia di Schönbrunn …

Dopo che la Real fabbrica di porcellane di Capodimonte venne smantellata e trapiantata a Madrid nel 1759, Ferdinando IV ne fece impiantare nel parco della Reggia. La  produzione durò circa due anni.

Anche la famosa tavola muta ad imitazione dei congegni svizzeri e francesi che portava ai commensali le pietanze già preparate liberandoli dall’incomoda presenza dei domestici inventata e donata nel 1769 dal principe di Sansevero don Raimondo de Sangro trovò posto a Portici, così come il suo fucile a retrocarica.

Oggi queste particolari invenzioni del genio di Raimondo sono conservate a Capodimonte, come il famoso salottino di Maria Amalia della Sala Cinese, il budoir creato appositamente per la regina nel 1757. Nel 1808 re Gioacchino Murat decise che l’arredamento della Reggia dovesse essere in stile impero e stile pompeiano, e lo fece spostare da Portici.

Nel 1775 fu realizzato nel parco reale il campo reale di pallone per volere di re Ferdinando IV

Nel 1781 iniziò il restauro alla francese su desiderio della regina Maria Carolina. L’intero parco reale fu ampliato e abbellito dal Giardiniere Reale Francesco Geri.

Nel 1787 la sede dell’Accademia militare per ufficiali fu destinata definitivamente a Napoli e prese il nome di Nunziatella.

Il Real Parco della reggia di Portici fu menomato proprio a causa dei disegni progettuali del Geri, realizzati poi nel 1881 con il taglio per la creazione di corso Umberto I e successivamente, nel 1904, per l’attraversamento del parco superiore della ferrovia Circumvesuviana.

Il parco fu lasciato all’incuria del tempo praticamente dal 1860. In seguito il complesso monumentale e parte degli edifici annessi vennero acquistati nel 1872 dall’Ente della Provincia di Napoli per ospitarvi l’istituto universitario di Agraria e Veterinaria. Fu questa acquisizione che salvò la Reggia di Portici dalla decadenza completa.

I grandi restauri pubblici iniziarono soltanto dal 1960 in poi.

Michele Di Iorio

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →