Il segreto di Napoleone

9 dicembre 2013 13:39 0 commenti

Condividi questo articolo

NapoleoneEsistono uomini la cui volontà ha cambiato l’esistenza di milioni di persone, come i faraoni Ramsete II e Akenaton, Mosè, Gesù, Maometto, Budda, Cagliostro, Saint Germain, Raimondo de Sangro, Giordano Bruno. E tanti altri.

Accadono eventi che gli studiosi con la loro scienza non riescono a spiegare e preferiscono tacere: sono momenti in cui la storia scarta dal naturale corso e prende all’improvviso una rotta diversa, misteriosa, inspiegabile …

È quello che successe la notte del 12 agosto 1799, quando un giovane ambizioso generale della Francia rivoluzionaria, il còrso Napoleone Bonaparte, sbarcò sulle coste dell’Egitto con un esercito di 38mila soldati, ufficialmente per indebolire il dominio degli inglesi in Medio Oriente. Perché organizzare una campagna militare tanto imponente per un obiettivo militare cosi insignificante? Perché portarsi al seguito una nutrita schiera di 500 scienziati, tra ingegneri, architetti, letterati, matematici, astronomi e archeologi?

La verità è altrove: con la sua capacità di rovesciare il presente, il giovane Napoleone era al centro di un’ enigma mai risolto.

Si trovò in Egitto, preso in un vorticoso puzzle i cui pezzi nascondevano possibilità inquietanti, come la ricerca della formula egizia della vita eterna sul mito della Fenice o Bennu, tra le sette islamiche hascaschini, sufi, neoegizi faraonici alessandrini, alchimisti arabi, ma anche tra i saggi del deserto berberi, beduini, cristiani copti, ebrei.

In uno scenario metafisico, tra piramidi, Sfinge e profanatori, viaggi e incontri avvenuti nottetempo di Napoleone si snodarono tra vangeli nascosti e apocrifi, il mito dei Templari e dei Rosacroce in versione cristiano copto ed egizio arabo preislamico, ma anche donne bellissime …

Il giovane Bonaparte inseguiva un segreto, quello dei Faraoni, che secondo le antiche scritture erano in grado di resuscitare dalla morte, al di là dello spazio e del tempo, accedendo all’immortalità fisica.

Seguendo tracce presenti in alcuni capitoli del Libro Egizio dei Morti e dei libri delle Piramidi , interpretando i misteriosi e non facili geroglifici egizi, si potrà capire perché Napoleone provò paura per la prima e ultima volta nella sua vita.

Era il tramonto della calda giornata del 12 agosto 1799: Napoleone varcò la soglia dell’imponente piramide di Giza; uscì all’alba del mattino successivo, sfidando la maledizione che colpiva chiunque osasse oltrepassare la soglia di quella tomba.

Liberò la sua mente, chiudendo gli occhi, espirando profondamente.

Era stato preparato dai saggi del deserto beduini, dai cristiano-copti del Cairo, dalla setta egizia non islamica ancor fedele segretamente alla religione dell’antico e immortale Egitto proibita dalla religione araba, con in pugno il libro egizio dei morti e la croce egizia anh, simbolo della vita e del passaggio oltre la soglia di dimensioni misteriose per l’aldilà, tra tenebrose presenze e una pura musica egizia irreale.

Precedentemente aveva avuto contatti con i massoni egizi cairoti fedeli al maestro Cagliostro, ai cui precetti obbediva il giovane e temibile generale Bonaparte …

Dopo quella notte il mondo non fu più lo stesso e Napoleone non fu mai più lo stesso uomo …

Dopo una carriera militare folgorante, a 29 anni il1 luglio 1798 comandò una prima spedizione in Egitto con 38mila soldati, di cui 2 mila ufficiali, 300 donne mogli di militari e 500 civili, di cui 177 scienziati come Champollion, che aveva il compito di decifrare i misteriosi geroglifici.

La flotta da guerra francese fece sbarcare ad Alessandria la compagine militare, che poi proseguì per Rosetta e Damitetta in marcia verso Il Cairo, capitale del regno dei Mamelucchi, governatori autonomi militari in nome dell’Impero turco, alleato degli Inglesi.

La flotta britannica dell’ammiraglio Horatio Nelson intanto aveva attaccato e distrutto  quella francese nella rada di Abukir, la terra del saggio San Ciro, medico egizio divenuto santo, le cui reliquie son conservate nella chiesa del Gesù Nuovo di Napoli e nel Santuario diocesano di Portici.

Napoleone,rimasto senza l’appoggio delle navi occupò militarmente Il Cairo, dopo aver sconfitto a Giaffa, Siria, le truppe turche che volevano riconquistare l’Egitto nella Domenica di Passione del 10 marzo 1799.

Napoleone in EgittoNella battaglia rimasero uccisi 1441 turchi e fatti prigionieri 3000, di cui 1200 artiglieri turchi, che per ordine di Napoleone vennero sterminati insieme a vecchi e donne e bambini, in una città messa a ferro e fuoco, passandoli tutti alla baionetta. Una feroce rappresaglia per impressionare il comandante supremo turco Giazzar Pascià detto il Carnefice, perché, imprigionati i francesi, li faceva torturare, scorticare, evirare e quindi impalare.

Bonaparte assediò dunque l’ultimo avamposto di San Giovanni d’Acri, per vendicare la sconfitta dei Crociati e dei Templari del 1291. Durante il periodo necessario all’azione militare, contro la volontà dei suoi generali Napoleone attraversò la Palestina e pernottò a Nazareth per incontrare il 14 aprile i capi della setta cristiano-copta, che lo iniziarono ai misteri dei vangeli apocrifi.

Intanto dalle navi inglesi alleate ad Abukir erano sbarcati 15mila turchi dei Mamelucchi d’Egitto decisi a riconquistare il Paese. Dopo un memorabile discorso alle sue truppe sotto le piramidi di Luxor dove ricordò gli antichi fasti, Napoleone il 15 luglio nella piana di Abukir affrontò i nemici turchi e li sconfisse.

Poi, il 2 agosto si fermò per ammirare i sacri monumenti, in particolare la Sfinge, ascoltando affascinato i racconti delle guide arabe su Atlantide, sull’Egitto osirideo, sui i faraoni e sulle piramidi dell’antica epopea solare.

Champollion intanto era riuscito a decifrare i geroglifici grazie al ritrovamento della Stele di Rosetta, aiutato anche da studiosi egiziani e nubiani: su una delle facciate del parallelepipedo era riportata una traduzione in greco del testo dell’iscrizione.

Napoleone aveva confidato in questa importante scoperta, e si preparava a più grandi traguardi iniziatici, conversando sotto le tende dell’accampamento – non lontano dal sacro fiume Nilo – con i saggi delle varie sette islamiche e con i massoni egizi venuti con lui dalla Francia.

In una di quelle occasioni si prese a parlare della formula dell’Immortalità dei faraoni contenuta sia nel Libro Egizio dei Morti sia nel libro murale delle piramidi, argomento che venne ripreso poi l’11 agosto a Il Cairo.

Bonaparte aveva in mente il responso che il famoso astrologo francese Bonaventura Guyon che il 12 agosto 1795 gli aveva dato nel suo studio di rue d’Estraspade n. 13 della Parigi dell’epoca, in cima a Saint Geneve , proprio dietro al Pantheon … Pochi giorni dopo il colloquio, negli ambienti della massoneria egizia di Cagliostro senti parlare del conte di Saint Germain, di Templari, di piramidi, di obelischi, di egizi, faraoni, della Sfinge,di reincarnazioni …

In Egitto dal 6 agosto 1799, il giovane generale leggeva avidamente il Libro dei Morti, tradotto da poco in francese; così il 12 notte andò nella tomba più grande di Giza, la piramide di Cheope, vicino allo zed centrale, simbolo celato dell’usura del tempo.

Era solo, o meglio in compagnia delle ombre della notte e dei secoli trascorsi …

Vegliò fino all’alba, preparato a quell’esperienza dai saggi cristiano-copti di Luxor e di Il Cairo, fermo nella Camera del Re, illuminato da una luce tremenda, tra misteriose presenze e voci stupende di invisibili creature del passato, i sacerdoti dell’antico Egitto, come riportò in alcuni cenni delle sue memorie scritte a Sant’Elena …

Il Napoleone che uscì alle 6 e mezzo in punto del 13 agosto era un uomo profondamente cambiato …

Dieci giorni dopo partì dall’Egitto per la natia Ajaccio in Corsica; vi giunse il 28 settembre; da lì, undici giorni dopo, andò a Frejus, Francia.

Il 10 novembre a Parigi, con l’aiuto dei suoi fratelli, dei massoni e delle truppe a lui fedeli, fece il colpo di stato contro la Repubblica e si proclamò Primo Console di Francia.

Con il suo esercito il 14 giugno 1800 sbaragliò a Marengo gli austriaci nella seconda campagna d’Italia; nel 1802, dopo stupefacenti vittorie militari dove piegò i potenti ed orgogliosi eserciti di Austria e di Prussia, fu nominato Console a vita e poi incoronato Imperatore nel 1804.

Nel 1806 conquistò la Spagna e il Regno di Napoli e di Sicilia e altri stati, sostituendone i sovrani con i suoi fratelli e il cognato Murat: Intanto la massoneria francese dirigeva in senso egizio e scozzese gli alti ufficiali francesi, con il benestare di Napoleone che nel 1808 acconsentì anche al ripristino dell’Ordine Templare a Parigi.

Il 17 maggio del 1809 annesse al suo impero anche lo Stato della Chiesa, azione che  il 10 giugno 1809 gli valse la scomunica di papa Pio VII; il generale non ne fu affatto sconvolto, tanto che nella notte del 5 luglio fece arrestare il Pontefice dalle sue truppe, deportandolo sotto scorta militare ad Avignone e poi per tre anni a Savona.

Il 1 aprile 1810 sposò Maria Luisa d’Asburgo, figlia dell’imperatore d’Austria.

La sua stella a questo punto cominciò a tramontare.

Nel 1812 condusse la disastrosa campagna di Russia; sconfitto, affrontò i potenti nemici in Germania, lottando fino alla sconfitta di Lipsia del 1813.

Venne esiliato nell’isola d’Elba, in Toscana, con 1600 soldati francesi di scorta, quasi una piccola corte, un’ironica consolazione per un grande capo di stato, mentre un’Europa coalizzata contro di lui partecipava al congresso di Vienna del 1814.

Bonaparte fugge dall'ElbaNapoleone però non era ancora domo e fuggì: memore della sua consacrazione in Egitto del 12 agosto 1799, sbarcò in Francia con 1100 soldati in cento giorni la riconquistò, sollevando gli animi a lui fedeli.

Napoleone a Sant'Elena

Venne sconfitto definitivamente a Waterloo e confinato dagli Inglesi a Sant’Elena, un’isola dell’oceano Atlantico meridionale, lontana da tutte le coste, ove mori in modo oscuro, probabilmente avvelenato da coloro che continuavano giustamente a temerlo …

Napoleone morente

Michele Di Iorio

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →