Il Mercante di Venezia

17 novembre 2014 13:35 0 commenti

Foto Marco Ghidelli “Perché Shakespeare?” Jo Tréhard, direttore del teatro della Maison de la Culture di Caen,nel lontano 1968 risolveva così la questione:«Montare uno Shakespeare è come darsi la possibilità di attingere alle fonti autentiche dell’arte del teatro, nel 1967 è scommettere sulla vitalità di un classico molto più contemporaneo, a mio parere, di molte opere che pretendono avere una presa sulla realtà. Mi pare che Shakespeare s’interessi di più alla teatralità dei meccanismi che alla storia stessa…»

La risposta a questa domanda cela la profonda formazione artistica di un regista: scegliere un classico significa dare un giudizio sul concetto-teatro e rivelare la propria idea di teatro contemporaneo.

Significa, in qualche modo, prendere posizione sulla natura del “culturale” di ieri e di oggi. Approfondire criticamente il repertorio classico,introducendoscelte arbitrarie motivate e funzionali ad una messinscena che guarda alla contemporaneità.

E come negli anni ’70 per il francese Planchon («Ogni nuova regia, anche condotta con tutto il rigore possibile, non arriva ad un risultato certo, ma è un rischio da assumersi»),così Laura Angiulli continua a correre questo rischio ogni qualvolta che si inoltra nella scrittura shakespeariana.

Per la nuova stagione di Galleria Toledo, la registasceglie di attraversare una delle commedie romantiche del Bardo, scritta nel 1596, “Il Mercante di Venezia”.

Emerge palese, lo studio profondo, filologico che sottende alla realizzazione di una messinscena sapiente che riesce a definire i motivi cardine del testo con finezza e felicità di tratto, operando un lavoro di trasposizione e non di amputazione, in nome di una grande fedeltà al grande genio William Shakespeare.

Per l’occasione, lo spazio scenico di via Concezione a Montecalvario si mostra rinnovato: il palcoscenico si è ampliato ed un grande quadrato colmo d’acqua si spinge in platea divenendo protagonista della scena.

Circoscritto da confini ben delineati e limiti da non oltrepassare, lo specchio d’acqua, come un ring per naumachie in miniatura si fa luogo di battaglie, di piccoli e grandi conflitti: tra realtà e idealità. Lotte sociali, di classe,di genere, religiose, tra la cultura egemone dominante e quella sottomessa delle minoranze.

In una penombra rarefatta, gli attori già in scena,seduti in semicerchio su sgabelli e scheletri di sedie, attendono che gli spettatori prendano posto come per continuare e non per cominciare. Non sembra che debbano definirsi con un inizio di battuta: essi paiono avere un passato, una vita prima ancora che il dramma inizi.

Sul fondo a sinistra, posto ad angolo, imponente un talamo e grandi bauli in legno, scrigni d’oro e d’argento, custodi di missive e di destini: è l’isola di Porzia, la montagna incantata della bellezza, il dominio dove regnano Amore e l’ideale.

Dalla platea, affacciandosi sulla riva della scena, si assiste ad una sorte di sovrimpressione di immagini: ciascuno degli astanti,  il proprio punto di vista e la personale visione prospettica che ne consegue, intravede la scena ripartita in più piani, percependo in contemporanea la polivalenza di luoghi e persone, di quelli reali e quelli riflessi nell’acqua. Così, ogni rimando alla platea si moltiplica, e il gioco del doppioappare maggiormente ambiguo, svelandosi e ingannando a più livelli.

Gli attori, muniti di stivali di gomma, fluttuano come l’acqua in cui camminano, discutono, si infuriano e si emozionano. L’assito appare come moto continuo su cui i personaggi sembrano fissarsi nel loro stesso movimento inverso. Passi misurati, scalpitii marcati in quell’acqua che purifica e che contamina, che subdola s’insinua, corrode, e lede la stabilità delle fondamenta, di pilastri e di coscienze. Di quella cristiana dei tanti come di quella ebraica dei pochi.

Il rumore dell’acqua accompagna ogni parola, ogni gesto, ne rimanda l’intensità che la tonicità fisica infonde alle intenzioni che ciascuno esprime ed imprime. L’acqua, salvezza per rinascere e tomba per marcire, liaison tra lembi di universi che si sfiorano: il regno del possibile e quello del reale, l’utopica Belmonte e la Venezia mercantile e corrotta, l’armonia e il disordine, l’indole sognatrice delle donne e l’immanenza degli uomini.

Le vesti principesche di Porzia e della sua ancella Nerissa non toccano il fondo, non si mescolano al sommerso. Le fanciulle sono come sospese: la fiaba è preservata.

Gli avvolgenti mantelli dei principi pretendenti,al contrario, si trascinano raso terra impregnandosi di quel liquido scuro. I personaggi emblematici dei contrasti e dei conflitti come Lancillotto Gobbo, Shylock, sono quelli maggiormente declassati sul lato morale ma inversamente esaltati dall’efficacia scenica.

Shylock,nell’intensa interpretazione di Giovanni Battaglia, è perfetto nei suoi tratti fisiognomici, nella chiusura della sua postura, incurvato dalla sua ingenerosità verso gli altri e se stesso, con il suo bofonchiare tra sé e la sua particolare intonazione; è identificabile in una delle dramatis personae che, malgrado l’imponente statura scenica, non guidano l’azione del drammama né costituiscono il senso.

Shylock, l’ebreo, è il villain, straniero e quindi malvagio, ma anche colui che, infine si piega, cadendo in ginocchio nel sommerso,“inabissando” innanzi al potere dominante con forza e dignità. E come la barbara della Colchide e il cucciolo bastardo Calibano, suscita pietas.

Lancillotto Gobbo, fortemente caratterizzato dal registro linguistico, dagli scambi di timbro vocali e dall’espressioni mimico-gestuali stereotipate del servitore da commedia dell’Arte, esplicita il senso del doppio oscillando tra intenti con goffa malizia, senza eccedere in facili stilemi caricaturali.

Nell’eterea Porzia, Alessandra D’Elia, le parole semplici ed accorate per il suo amato Bassiano si alternano, con risultati mirabili, in un incedere gentile, mostrando nel contempo franchezza e reticenza, ingenuità ed arguzia, sia nel linguaggio che nel gesto misurato, ondeggiante e quasi sempre proteso verso l’alto.

Antonio, Stefano Jotti, tra i personaggi occupa uno dei livelli più alti della gerarchia morale in virtù della sua generosità verso Bassiano, in nome della loro amicizia romantica, particolarmente prodigo con i suoi simili, triste per copione, pacatamente muove l’azione drammaturgica come vittima apparente che conduce i giochi dei poteri forti. È scontato che la sua libbra di carne, reclamata dall’ebreo, è salva. A prescindere dalla nobiltà della richiesta.

“Il Mercante di Venezia”, diretto da Laura Angiulli risulta un lavoro ben calibrato che fa un grande uso della pratica teatrale, vista come tecnica, estetica che rende leggibile soprattutto la saldatura tra il piano dell’idealità e del concreto, dell’amore con quello socio-politico sottolineandoil parlare scenico insito nella drammaturgia shakespeariana.

Il palcoscenico-laguna, acqua stagnante che non sfocia in mare, è più di una metafora, una machine à joeur in cui luci, scenografia, le capacità immaginative della regista, l’aspetto metateatrale e la rigorosa recitazione s’intersecano in un rapporto di vere forze creatrici.

Le due scritture,quella drammatica e quella scenica, si completano ed ogni intuizione registica restituisce vecchi e nuovi prestiti, rivelando nuove sfumature, forse, purtroppo o per fortuna, mai lette prima.

(Foto by Marco Ghidelli)

Antonella Rossetti

 8-16 NOVEMBRE 2014

Il Teatro coop.produzioni/Galleria Toledo

IL MERCANTE DI VENEZIA da William Shakespeare

drammaturgia, regia Laura Angiulli

con Giovanni Battaglia, Gianluca d’Agostino, Michele Danubio, Alessandra D’Elia, Stefano Jotti, Antonio Marfella, Fabiana Spinosa, Chiara Vitiello e con gli allievi Giuseppe Brunetti, Maria Grazia Di Maria

impianto scenico Rosario Squillace

luci Cesare Accetta

assistente alla regia Flavia Francioso

responsabile tecnico Luigi Agliarulo

costruzione Donato Arrighetti

promozione Lavinia D’Elia

 

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →