Caravaggio e l’ambiente caravaggesco

13 novembre 2014 10:32 0 commenti

DCIM100MEDIAPORTICI –  A Villa Savonarola nell’ambito della rassegna letteraria “Ti presento un libro”, patrocinata dal Comune di Portici e dall’assessorato alla Cultura guidato da Raffaele Cuorvo, si è svolta la presentazione del volume  “Spogliando modelli e alzando lumi. Scritti su Caravaggio e l’ambiente caravaggesco”.

La presentazione è stata organizzata da Lo Speaker.it, dalla LSCOMMUNICATION S.r.l. e dalla Pro Loco Portici in collaborazione con l’assessorato alla Cultura.

All’iniziativa, moderata Celeste Fidora, architetto e presidente dell’associazione Amici delle Ville e dei Siti Vesuviani, hanno partecipato l’editore Pompeo Paparo di ArtstudioPaparo, Valentina Maisto, assessore alle Politiche Giovanili, e lo storico dell’arte Gianluca Forgione.

Una sconfinata ricerca esegetica si è da sempre soffermata sulle opere del Caravaggio. D’altronde, come potrebbe non affascinare e sorprendere il talento artistico di Michelangelo Merisi, costantemente in bilico tra la cronaca nera della sua vicenda biografica e la complessa maestria di quelle vertiginose pennellate che hanno mutato la storia dell’arte e il ruolo di chi si accinge a guardare un’opera di quel talento.

Le opere di Caravaggio richiedono infatti al fruitore non un fugace sguardo – come quello di chi attraversa velocemente i corridoi di un museo – ma di divenire un vero e proprio testimone oculare del miracolo composito che trae origine da un’attenta applicazione teorica sull’uso della luce e sulla scelta dei modelli, amalgamata ad una sublime ispirazione artistica.

Pochi artisti del passato riescono a svolgere un rapporto ancora diretto ed attuale con il pubblico, che si svolge hic et nunc grazie alla sovrapposizione di arte e vita, intreccio indissolubile tra genio e follia. Ancora oggi si rimane attoniti davanti ad un’opera di tale maestro, capace di riuscire a stabilire un rapporto immediato con il suo osservatore. Immediatezza resa dall’intensa elaborazione pittorica e dal suggestivo incrocio di luci, pose, prospettive e soggetti rappresentati.

Gianni Papi, la cui straordinaria mole di esperienze pregresse e studi sarebbe quasiimpossibile annoverare, coadiuvate dal lucido ma allo stesso tempo appassionato interesse per le opere del Caravaggio, ha giustamente meritato la fama di uno dei più insigni studiosi italiani del grande artista.

Ha saputo rendere, grazie ai saggi contenuti nella raccolta di questo corposo volume, i parametri basilari ma anche le complesse sfaccettature di un personaggio intorno al quale aleggia un immenso alone di mistero, nonostante i numerosi contribuiti offerti dalla storia dell’arte ora come nel passato.

Celeste Fidora e Gialuca Forgione

Celeste Fidora e Gialuca Forgione

Le principali novità rintracciabili nel suo volume sono state sapientemente affidate alla cultura specializzata del giovane storico dell’arte Gianluca Forgione, che ha sopperito all’assenza di Papi, impossibilitato a prendere parte alla presentazione.

L’esordio del suo autorevole intervento ha riguardato la scelta del titolo, preso abusivamente in prestito da Giovan Pietro Bellori, il primo biografo di Caravaggio, che ha avuto il merito di fornire alcune delle notizie più importanti sulla pittura seicentesca.

Bellori ha dimostrato di aver compreso perfettamente la grande rivoluzione del metodo realistico utilizzato da Caravaggio, che ha anticipato la fotografia ante litteram.

Forgione ha, attraverso una lunga esposizione, fornito le principali linee guida per approciarsi al testo di Papi, che si presenta come un variegato corpus saggistico.

La figura del Caravaggio in questa raccolta è stata presa in esame sotto un nuovo ed illuminante scorcio prospettico. L’interesse per l’autore ha riguardato il lato più divulgato del modus vivendi dell’artista, che ha avuto influssi diretti sulla natura della sua rappresentazione, e cioè quel Caravaggio che nutriva la sua ispirazione con il mondo chiaroscurale dei bagordi, delle osterie e delle taverne. Che sceglieva come modelli amici personali o anche ragazzi di strada ai quali chiedeva di posare travestendoli da altre figure, senza che alcun tipo mediazione si frapponesse tra la rappresentazione e la realtà. Che restituiva sulla tela – ed è questo l’aspetto rivoluzionario dell’opera di Papi – sotto un punto di vista meno indagato dalla storia dell’arte, quello cioè relativo alle sue produzioni su committenza in veste di  frequentatore dei palazzi del potere, dove ritraeva i volti noti del potere seicentesco.

Un Caravaggio più istituzionale, certamente maturo e nient’affatto sprovveduto che sapeva accompagnarsi ad alcuni potenti per ottenere dal suo estro, all’occorrenza, il necessario per condurre una dignitosa esistenza.

Ciò che si offre ad uno sguardo, anche profano, di chi non possiede rudimenti in materia, e che si posa per la prima volta sul copioso volume è il dipinto posto a sigillo in copertina.

«Il quadro più bello del mondo» viene definito nell’opera di Papi, che così in maniera del tutto originale ci rivela la preminenza che lo studioso, al di là della lucida e scientifica elucubrazione dell’opera analizzata, accorda al sentimento che gli spira dalla visione del dipinto

La scena raffigurata si trova nella Cappella Contarelli della Chiesa di San Luigi dei Francesi di Roma. Fu la prima opera  su commissione affidata al Caravaggio, che fino ad allora aveva realizzato solo tele di dimensioni medie, con poche figure e prevalentemente di soggetto profano. Il quadro ritrae San Matteo e l’angelo.  L’opera segnò una svolta decisiva nella carriera di Caravaggio e più in generale nella storia dell’arte europea.

Un ulteriore elemento innovativo che varebbe la pena di sottolineare, rintracciabile nel volume, è la presentazione di un “Ecce Homo” un quadro inedito che l’autore  propone come opera autografa di un giovanissimo Caravaggio. È un’acquisizione che, nonostante sia stata avanzata in maniera del tutto autorevole, ha suscitato non poche discussioni. Il che, come suggerisce Gianluca Forgione, contraddistingue opere che presentano un alto grado di interesse e curiosità.

Per concludere, nel soddisfare la richiesta dell’architetto Fidora che nel suo ruolo di moderatrice, gli chiedeva di accennare alla «scuola» degli allievi del Merisi, ha rilevato come Gianni Papi abbia avuto anche il merito in questa pubblicazione di aver attribuito attraverso un’analisi stilistica accettata oggi dagli studi internazionali, al pittore spagnolo Jusepe De Ribera, lo Spagnoletto, considerato come uno degli ultimi illustri caravaggisti, alcune sue opere giovanili, che hanno palesato come egli dipingesse in modo rivoluzionario già da adolescente.

Lo stesso Papi ha dedicato gran parte dei suoi studi all’argomento, che sono confluiti in una monografia pubblicata nel 2007, Ribera a Roma, che ha ispirato la realizzazione della mostra El joven Ribera al Museo del Prado di Madrid nel 2011.

Gli ultimi momenti della presentazione sono stati dedicati a rispondere alle domande dei presenti in sala  sul volume, sulla figura del Caravaggio ed in particolare sul suo peculiare utilizzo della luce dall’alto.

Francesca Mancini

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →