Cantanapoli … natalizia!

14 dicembre 2013 08:10 0 commenti

Condividi questo articolo

Natale a NapoliNella bella metropoli partenopea  il Natale e le feste collegate sono vissute e interpretate in un modo che non ha eguali nel mondo. I preparativi iniziano il giorno 8 dicembre, in occasione della festività dell’Immacolata; in quel dì si allestiscono l’albero o il più tradizionale presepe.

Le festività natalizie sono un vero è proprio avvenimento per i napoletani e campani in genere: la moda, la gastronomia, l’artigianato e tutte le altre forme di spettacolo (teatro, musica, pittura, arte presepiale, ecc.) toccano l’apice rimanendo coinvolte in una fantasmagorica  competizione fatta di eventi cui partecipa l’intera cittadinanza.

Come consuetudine, vi esponiamo sinteticamente una delle nobili arti citate precedentemente: la canzone classica napoletana ed i suoi legami con le Sante Feste.

Già agli albori della musica a Napoli nascevano, il più delle volte direttamente dal popolo, composizioni d’ispirazione natalizia e dei vari aspetti a questa festa collegati.

Si rappresentarono capolavori quali Quanno nascette Ninno!…, canto in vernacolo pubblicato per la prima volta nel 1816 con il titolo “Per la nascita di Gesù”, opera di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, vescovo di Sant’Agata dei Goti; il canto  è una derivazione originale di Tu scendi dalle stelle. motivo religioso in lingua composto dallo stesso autore.

Quanno nascette Ninno a Betlemme, /era nott’ e pareva miezo juorno./ Maje le stelle lustre e belle / se vedèttero accossí: / e ‘a cchiù lucente,/ jette a chiammà li Magge all’Uriente.

Meno noto, ma altrettanto bello e significativo La leggenda del lupino, ennesimo motivo popolare del quale si ricorda ancora la magistrale esecuzione di qualche anno fa della grande Concetta Barra:

A Betlemme se iettaje lu banne/ contr’a criature sott’a li dduje anne./ Fuje Maria cu nu ruosse schiante/ lu figlie arravugliate rint’a lu mante./ E li giudei nun hanne riciette/ a ogni mamma sbatte lu core ‘mpiette.

Altri due canti, ma meno rappresentati, la Rosa d’argiento e rosa d’ammore, e Nascettero lu Messia e Razzullo, anch’essi d’autore ignoto.

Ci  limiteremo a trattare l’argomento in questione analizzando esclusivamente il cosiddetto periodo d’oro della nostra canzone.

Il nostro viaggio inizia dal 1888, anno in cui Salvatore Di Giacomo scrisse ’A nuvena;  il testo venne musicato  da Enrico De Leva.

‘Nu zampognaro ‘e ‘nu paese ‘e fora,/ lassaje quase ‘nfiglianza la mugliera../. Se partette pe’ Napule ‘e bon’ ora/ sunanno, allero allero: Ullèro, ullèro…

Pasquale Cinquegrana fu autore di  Ullero, ullero!… , musica di Pasquale Viscardi ,anno 1893:

Chella Nuvena llà, cu’ chella stesa,/ tant’anne passar ranno e tanta mise,/ e maje m’ha scurdarraggio. Vj’ che ‘mpesa,/ ieva truvanno vase, rose e rrise!

Nel 1905, i poco noti  Alessandro Majone e il maestro Giulio Del Vecchio proposero una simpatica nenia: Lu zampugnariello. Curiosamente questa canzone ebbe un particolare successo negli Stati Uniti d’America - apriremo in seguito una piccola parentesi dedicata alla canzone natalizia nata negli U.S.Avenne  incisa dal famoso  autore-cantante-attore  Eduardo Migliaccio, più conosciuto come Farfariello:

Da lu paese ccà i’ so’ venuto./ Pe’ fa dint’ a li ccase la Nuvena,/ a la partenza,core s’è spartuto,/ lassanno a lu paese Maddalena!

Nel  1907 l’affiatata coppia di canzonieri popolari Giuseppe Capaldo-Salvatore Gambardella  propongono una loro proposta natalizia ‘E zampugnare! :

Mo ch’è fernuto ll’uva d’‘a vennegna/ e s’è cuperta ‘e neva la muntagna,/ pigghiammoce,cumpagne, lli zampogne/ e ghiammo a lu pagghiese d’‘a cuccagna!

Anno di pace 1918 – era da poco terminata la grande tragedia del primo conflitto mondiale:  Armando Gill,  poliedrico artista partenopeo, scrisse e musicò, la più nota canzone napoletana relativa al Natale, ’O zampugnaro ‘nnammurato!:

‘Nu bellu figliulillo zampugnaro,/ che a Napule nun c’era stato ancora,/ comme chiagneva, ‘nnante a lu pagliaro,/ quanno lassaje la ‘nnammurata fora…/ E a mezanotte, ‘ncopp’a ‘nu traíno,/ pe’ Napule partette d’Avellino…'O zampugnaro 'nnammutato - frontespizio

Nel 1925, anche il celebre Libero Bovio si cimentò in una canzone che, pur affrontando il dramma dell’emigrazione, venne collocata tra le canzoni natalizie, il tutto visto  attraverso gli occhi di povera gente lontana dalla natia terra, Lacreme napulitane ; venne musicata da Francesco Buongiovanni :

Mia cara madre, sta pe’ trasí Natale,/ e a sta luntano cchiù mme sape amaro…/ Comme vurría allummá duje o tre biangale…/ comme vurría sentí ‘nu zampugnaro!…

Dopo un lasso di tempo durato ben 29 anni Salvatore Di Giacomo, ritornò sulla tematica natalizia attraverso i dolcissimi versi di Lettera malinconica; era il 1927; la canzone venne cesellata egregiamente dall’ottimo musicista e direttore d’orchestra Pasquale Frustaci:

Luntana staie…Natale sta venenno,/ che bello friddo, che belle ghiurnate!…/ Friddo … ’o paese tuio, nne sta facenno?/ Pe’ Natale ve site preparate?

Nel 1933, il poeta-pittore Luca Postiglione e Libero Bovio, con l’ausilio del prolifico musicista Nicola Valente pubblicarono Natale!

È Natale, giá quacche zampogna,/ ‘a luntano, ‘int”o scuro, se lagna…/ Sta lassanno ‘o saluto â muntagna,/ ‘stu lamiento luntano ‘e zampogna…

Nata in pieno conflitto bellico,era il 1940, prodotta dalle edizioni musicali Curcio, la bella e dimenticata, omonima della precedente, Natale!, opera del raffinato e colto poeta Clemente Parrilli; il testo venne musicato da Evemero Nardella:

Natale! ‘Int’a ‘na grotta piccerella/ mo sta scennenno ‘a cielo n’angiulillo…/ ce sta, ‘int”a grotta,’a stessa madunnella/  ca steva llá quann’io ero piccerillo…                  

Ci piace concludere con un pensiero verso  chi vive o ha vissuto lontano dalla propria terra d’origine parte della propria esistenza , fenomeno, quello dell’emigrazione, purtroppo, è tutt’oggi di tragica attualità, dovuto a ragioni facilmente intuibili.

Il Natale, più di ogni altra festa comandata, era ed è ancora particolarmente sentito dalle tante comunità italiane, meridionali in particolare, risiedenti oltre i nostri confini.

La canzone, quella napoletana in primis, era un  trait d’union con la Paese lontana. Gli Stati Uniti d’America fin dagli ultimi anni dell’800 furono il maggior bacino d’affluenza di quegli sventurati che, attraverso varie forme artistiche, in quei luoghi mantennero vivo il ricordo della Madrepatria.

Ci limiteremo ad illustrare alcuni esempi di riproduzione sonora di canzoni napoletane nate e diffuse in terra americana; spesso il prodotto finale non era d’eccelsa qualità, ma aveva la importante e significativa funzione di comunicare, pur se attraverso tre minuti di musica, le problematiche esistenziali affrontate dei nostri sfortunati emigranti.78 giri  Victor americano - Lu zampugnariello

Natale ccà e llà!…, opera di Frank Amodio, incisa su disco 78 giri Columbia nel 1929 dai duettisti  Albano-Persico; sempre nel 1929 venne pubblicata la sfiziosa Chi magna a Natale e… pava a Pasca,  incisa da Giuseppe De Laurentiis;.

Nel 1927 una certa notorietà fu colta da Natale a Sing Sing ove vi si descriveva il Natale di un detenuto napoletano internato nel famoso carcere americano; la canzone venne scritta e musicata da Raffaele Bellobuono, incisa e portata al successo dall‘irpino, nativo di Pietrastornina , Alfredo Bascetta;  nel 1928, l’autore e cantante Gennaro Amato scrisse e incise Vi’ che bello Natale!  e nel 1931 lo stesso autore lanciò  ‘A vigilia ‘e Natale  e  ‘A surpresa ‘e Natale.

Buon Natale !!!

Ciro Daniele

 

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →