A due passi dal mistero

28 maggio 2014 12:01 0 commenti

giulio-cesare-vaniniGiulio Cesare Vanini (1585-1619), di famiglia agiata, nacque a Napoli; filosofo e giureconsulto, col nome di Lucilius fece parte della Confraternita dei Filosofi napolitani, composta da 12 membri allievi di Giordano Bruno da Nola, e di Tommaso Campanella da Napoli, che fu prigioniero della Santa inquisizione nel Maschio Angioino dal 1589 al 1591 …

Studioso delle pagine di Francesco Petrarca, di Dante Alighieri, devoto di Antonio Beccadelli detto il Panormita e della sua Accademia Antoniana sotto i portici di via Nilo in Napoli, assiduo divoratore degli scritti di Giovanni Pontano e di Giovan Battista Della Porta, di Benedetto Caetani di Sermoneta, kabbalista e teurgo di gran fama sulla scia di Abulafia e della sua Schola di Capua e in linea con Eliezer Ben-Yehuda (1176-1238), rabbino e cabalista di Worms.

Il nostro Giulio Cesare declamava poesie di Nicolò Franco da Benevento, poeta ed ermetista – arso sul rogo l’11 marzo 1570 – e le massime filosofiche di San Tommaso d’Aquino, docente all’Università di Napoli, che allora aveva sede a piazza san Domenico Maggiore.

i suoi studi giovanili, che andavano dall’astrologia all’alchimia, dalla teurgia fino alla kabbala, alla gnosi, filosofia, astronomia,storia, letteratura, teologia, latino e greco, lo portarono presto a distinguersi tra i giovani rampolli della borghesia e della nobiltà colta napoletana.

Vanini a 18 anni entrò nei Carmelitani, trasferendosi a Padova per apprendere teologia; presi i voti sacri, divenne un assiduo predicatore.

Nel 1612 andò in Gran Bretagna per studiare la religione anglicana, la figura di Martin Lutero e le massime di Calvino; inoltre approfondì l’antico druidismo dei Celti, le leggende su Thule, Iperborea, Atlantide e la teogonia gli dei celti e germanici.

Qui abiurò la fede cattolica, dedicandosi ad approfondire il pensiero del sacerdote veneziano Jhoannes Antonius Pantheus, grande alchimista, fondatore nel 1530 della Voarchadumia, ossia l’alchimia legata ad astrologia, magia, teurgia e cabala, teoria che si diffuse in tutta l’Europa ermetica.

Stabilitosi a Venezia nel 1614, Giulio Cesare Vanini, applicò ai suoi insegnamenti anche i sistemi segretissimi del grande maestro di cabala che fu Yishaq Luria, detto Ari, il leone.

Costretto a riparare a Lione, Francia, per evitare gli arresti ordinati dalla Santa inquisizione, nel 1615 pubblicò l’opera Amphytheatrum Aeternae Providentiae; poi si spostò a parigi, pubblicando ben 4 libri di dialoghi filosoifici, De Admirandis Naturae Reginae Deaeque Mortalium Arcanis nel 1616; contemporaneamente teneva una corrispondenza epistolare con il filosofo inglese John Dee, amico di Rodolfo d’Asburgo.

Si trasferì infine nel 1617 a Tolosa praticando kabbala, alchimia, astrologia, teurgia, dando lezioni a pagamento ed esercitando la medicina, non dimenticando mai il suo maestro ideale Giordano Bruno; inneggiante all’antico Egitto e ateo giordanista, proprio qui venne arrestato con l’accusa di eresia.

Dopo un lungo processo durato 6 mesi, incatenato in una buia segreta a pane e acqua, fustigato, bastonato e torturato crudelmente, venne arso il 9 febbraio 1619.

Alla folla di spettatori accorsi a vedere il rogo, gridò prima di essere avvolto dalle fiamme: «La verità trionferà sulla mia morte e sulle ipocrisie dei potenti ed io ritornerò a nascere tra di voi».

Dopo la sua morte il suo cagnolino, Bruno, che non lo abbandonò fino all’ultimo, lasciò guaendo la piazza dell’esecuzione …

Dopo 176 anni dalla morte del filosofo e medico Giulio Cesare Vanini da Napoli, nacque nel 1792 a Tolosa il visconte Louis Charles Edouard de Lapasse; crebbe a Vienna con la sua famiglia tra i nobili emigrati all’estero per sfuggire dalla rivoluzione francese, rientrando a Tolosa solo nel 1815, al seguito di re Luigi XVIII di Borbone Francia; fu poi addetto militare dell’ambasciata francese a Vienna e dunque a Parma, Torino e infine a Napoli.

Versatissimo in scienze occulte, de Lapasse visitò molti luoghi di Napoli, come la cappella Sansevero; si recò anche nella Nola di Giordano Bruno.

Durante il suo soggiorno napoletano, che si protrasse fino al 1831, incontrò Domenico Bocchini e lo scrittore rosacruciano Lytton, autore di Gli ultimi giorni di Pompei e lo accompagnò nella sua iniziazione del 1828 nelle Catacombe di san Gennaro.

Nominato ambasciatore di Francia a Roma presso la Santa sede, s’interessò al mitraismo, ai misteri sibillini romani, al pitagorismo, all’antico mondo degli etruschi, alle figure di Saint Germain e di Cagliostro.

Nel 1843 de Lapasse fu preso da una crisi mistica e si ritirò in meditazione in Sicilia, nei dintorni di Palermo, nel bellissimo convento di Monreale, dove approfondì gli studi di alchimia, teurgia, erboristeria, gnosi, astrologia, idromanzia, spagiria medica e alchemica, fu iniziato da un monaco eremita sapiente, un certo principe Balbiani, ai misteri achemici e kabbalistici teurgici evocativi tramutatori.

Balbiani era il nome iniziatico di don Carlo Cottone principe di Castelnuovo, patrizio palermitano, che nel 24 giugno 1742 proprio nel chiostro del convento di Monreale prese parte alla famosa riunione segreta dei Beati Paoli, gli incappucciati bianchi, ovvero i giustizieri occulti, che sono da considerare l’origine della mafia moderna, nata per difendere il popolo dai torti e dagli abusi dei prepotenti.

Don Carlo Cottone giusto un anno dopo, il 24 giugno 1743, fondò a Palermo La loggia San Giovanni di Scozia, obbediente al Gran Maestro nazionale don Raimondo de Sangro.

Ricoprì molti incarichi militari e istituzionali; appoggiò la Costituzione siciliana e come maresciallo di campo , generale di divisione borbonica, dal 1806, governatore della Città di Palermo, la richiese a re Ferdinando IV unitamente ad altri 24 nobili palermitani il 24 aprile e il 13 maggio 1811.

Il 17 luglio venne dimesso da tutti gli incarichi pubblici e di corte, arrestato e tradotto in ergastolo al penitenziario di Ustica insieme con altri 3 principi siciliani.

Nel 1812,a 70 anni, venne liberato su pressione di lord Bentich; con la concessione della Costituzione siciliana, fu nominato ministro regio delle Finanze del Regno delle Due Sicilie.

Durante il suo mandato si occupò dell’abolizione di abusi e dei latifondi siciliani; nel 1816 su dimise dagli incarichi ministeriali.

4 anni dopo venne sospettato di complicità attiva nei moti carbonari separatisti; un anno dopo per evitare gli arresti si rifugiò dunque nel convento di Monreale.

Tornando al nostro francese visconte de Lapasse, lo troviamo fino al 1844 nel il suo soggiorno volontario nel convento di Monreale, dove approfondì gli studi iniziati col monaco Balbiani; quando partì ebbe in dono dell’eremita un elisir di lunga vita, racchiuso in un cristallo di rocca.

Ritornò quindi in Francia, dove nel 1845 pubblicò il suo libro Consideration sur la durée de la vie humaine et les moyens de la prolunger, che aveva preso spunto dalle teorie rigenerative del corpo umano di Saint Germain – che a sua volta si era rifatto a quelle degli antichi egizi – della reintegrazione di Saint Martin, di Pasqualy de Martinenz, di Cagliostro e dello stesso Raimondo de Sangro.

De Lapasse affermava che il principe di Sansevero era stato la reincarnazione del suo avo Cecco, vissuto nel 1500 e poi di Ferdinando de Sangro, morto nel 1660 e sepolto ad angolo retto con la tomba di Raimondo nel 1750 nella Cappella Sansevero; asseriva che in realtà Riamondo non era morto nel 1771 ma continuò a vivere in suo figlio Vincenzo, morto poi per veleno nel 1790.

Di sé stesso il visconte Louis Charles Edouard de Lapasse diceva che era la reincarnazione del napoletano eretico il nobile Giulio Cesare Vanini. Inoltre affermava che Raimondo de Sangro nel 1763 aveva sperimentato con il triste e malinconico medico palermitano Giuseppe Salerno, il famoso anatomista autore delle macchine anatomiche della Cappella Sansevero, un prototipo di siringa clinica per iniettare medicine liquide nel sangue di cavie e di umani.

Nel 1845 de Lapasse presentò ufficialmente come sua l’invenzione della siringa celebre …

Lasciati tutti gli incarichi diplomatici, il visconte nel 1849 si ritirò definitivamente a Tolosa, dove fondò l’Ordine della Rosacroce; risvegliò adepti francesi e italiani ed ebbe come suo allievo nel 1859 don Michele II de Sangro, figlio del principe Gerardo e pronipote di Raimondo, che fu guardia del corpo di Ferdinando II di Borbone.

Il visconte de Lapasse disse ad un altro suo giovane allievo, l’esoterista cristiano Firmin Boissin, detto Simon Brugal, che alla sua morte sarebbe ritornato ospite animico come Raimondo redivivo nel corpo del suo pronipote Michele de Sangro, pure convinto reincarzionista ed incarzionista egizio osirideo.

Michele de Sangro, ingegnere, botanico e agronomo, scienziato in agraria, fu l’ultimo esponente della sua gloriosa casata. Morì nel 1891, 120 anni dopo l’avo Raimondo, e venne sepolto a Torremaggiore, in Puglia.

Soffermandomi ancora sulla teoria desangriana, condivisa da Saint Germain, Martinenz, Saint Martin, Cagliostro e dello stesso Fulcanelli, autore di libri di alchimia del XX secolo, che affermava che oltre alla reincarnazione vi era il sistema osirideo desangriano di mummificazione egizia, la vera mummificazione cara alla 18esima dinastia dei Faraoni, che dava modo di non morire ma di rimanere in sospensione vitale in una falsa mummificazione o metallizzazione, per poi riprendere le funzioni vitali in un corpo ospite dello stesso sesso.

Simile dunque ai tulku tibetani dell’Ozo Cen, che furono ben lontani da influenze buddistiche e cristiane di sorta … Altro che Golem o dottor Jeckill di kabalistica memoria della letteratura gotica più famosa …

Michele Di Iorio

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.

Articoli correlati

Altre notizie

  • Discodays 201510 ottobre 20150

    Discodays 2015

    NAPOLI – Al Teatro Palapartenope di via Barbagallo domenica  11 ottobre  dalle 10 fino alle 21.30 si terrà  il consueto appuntamento con Discodays,  la Fiera del Disco e della Musica. La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa da Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, Patrizia Musella, sorella dell’indimenticato Mario degli Showmen, Franco Del Prete, batterista degli Showmen, di Napoli Centrale e di Sud Express. Ricco il calendario ufficiale dell’evento, pieno di nuove  iniziative oltre che di importanti appuntamenti musicali, […]

    Continua a leggere →
  • L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi10 ottobre 20150

    L’angolo del Diritto: Responsabilità per la caduta di oggetti dai balconi

    Il signor Rossi stava camminando tranquillamente sul marciapiede del suo condominio. La giornata era piena di sole, tipica del periodo primaverile. All’improvviso avvertì uno spostamento d’aria e sentì un rumore sordo davanti a lui. Fece appena in tempo a scorgere i cocci di un vaso che si rompeva a pochi centimetri dai suoi piedi. Passato lo spavento si rese conto che era caduto dal quinto piano e che l‘aveva scampata bella. Nonostante le scuse del proprietario, vediamo cosa potrebbe accadere […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Io e lei8 ottobre 20150

    Il film: Io e lei

    Federica e Marina sono due affascinanti e mature lesbiche che vivono da 5 anni un ménage matrimoniale tranquillo. Anche se tra le due Federica è la meno propensa ad accettare la sua natura, nonostante il rapporto felice. Maria Sole Tognazzi è la regista e sceneggiatrice, insieme ai bravi e sperimentati Francesca Marciano e Ivan Cotroneo (quest’ultimo anche regista in proprio), di questo film (ITA, ‘15). La prima impressione è che la Tognazzi abbia saputo padroneggiare un meccanismo di commedia basato […]

    Continua a leggere →
  • Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma8 ottobre 20150

    Sergio Assisi al Cinema Teatro Roma

    PORTICI (NAPOLI) – Al Cinema Teatro Roma continua la ricca stagione cinematografica: giovedì 8 ottobre sarà in sala il film “A Napoli non piove mai”, di e con Sergio Assisi. Ma non finisce qui: è in programma un grande evento per domenica 11 ottobre alle 17.30, dove il simpatico attore napoletano sarà sul palco con Ernesto Lama, Nunzia Schiano, e tanti altri ospiti. Dopo il successo della commedia teatrale “Oggi sto da Dio”, di cui è coautore e interprete, Assisi […]

    Continua a leggere →
  • Neapolitan Shakespeare8 ottobre 20150

    Neapolitan Shakespeare

    NAPOLI – Alla Feltrinelli Libri e Musica di via Caterina a Chiaia mercoledì 14 ottobre si terrà la presentazione di “Neapolitan Shakespeare”, 17 sonetti musicati e tradotti in napoletano dal musicista, cantante, attore e ricercatore Gianni Lamagna, voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare (www.giannilamagna.com). Il progetto è  pubblicato e distribuito dalla Europhone Records e prodotto dall’associazione Di Musica in Musica (www.dimusicainmusica.it). Saranno presenti al dibattito Gennaro de Concilio, fondatore e brand manager dell’ etichetta Europhone Records, Carmine Aymone, giornalista […]

    Continua a leggere →
  • Napoli e i suoi altarini8 ottobre 20150

    Napoli e i suoi altarini

    Riflettori accesi su “Facimmoce ‘a croce: Napoli e i suoi Altarini”, una visita guidata teatralizzata ideata dall’Associazione Culturale NarteA in programma domenica 11 ottobre alle 11. Tra percorso turistico e pièce teatrale, la visita mostrerà la storia e l’evoluzione delle edicole votive. In gergo altarini, questi tabernacoli sono espressione di culto comune e di riconoscenza a santi e Madonne, ma anche testimonianza di fede e allo stesso tempo di idolatrie pagane per calciatori e cantori di quartiere diventati miti. In […]

    Continua a leggere →
  • Missione Futura incontra la Città6 ottobre 20150

    Missione Futura incontra la Città

    NAPOLI – Samantha Cristoforetti è la prima donna italiana astronauta: record femminile ed europeo di permanenza nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, è la protagonista della Missione Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana. La Cristoforetti sarà a Napoli la prossima domenica 11 ottobre insieme al compagno di missione, il cosmonauta russo Anton Shkaplerov (Roscosmos). I due astronauti incontreranno la cittadinanza per l’ultima tappa del Post-flight Tour, il ciclo di conferenze, eventi e incontri che i protagonisti della […]

    Continua a leggere →
  • La  chiesa di Santa Maria Incoronata6 ottobre 20150

    La chiesa di Santa Maria Incoronata

    L’Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli sabato 10 ottobre propone un’altra imperdibile visita guidata alla chiesa di Santa Maria Incoronata di via Medina nei pressi del Largo delle Corregge, zona in cui si svolgevano tornei e giostre, e a poca distanza da Catel Nuovo, dove sorgevano importanti edifici della vita pubblica, ma anche numerosi palazzi nobiliari. La chiesa fu costruita nella metà del XIV secolo per volere dalla regina Giovanna I d’Angiò per celebrare la sua incoronazione e quella del suo […]

    Continua a leggere →
  • Anime nere5 ottobre 20150

    Anime nere

    NAPOLI – Al Napoli Film Festival lo scorso sabato 3 ottobre si è svolto l’ultimo degli “Incontri Ravvicinati” previsti in questa XVII edizione, conclusa con la cerimonia di premiazione sabato 4 ottobre al cinema Metropolitan di via Chiaia. In questa stessa sede, il regista Francesco Munzi (Roma, 1969) ha introdotto la proiezione del suo ultimo film “Anime Nere” (2014) vincitore di nove premi. Diplomato in Regia nel 1998, Munzi ha realizzato documentari e cortometraggi. Il suo debutto nel lungometraggio con […]

    Continua a leggere →
  • Stati Generali del turismo sostenibile5 ottobre 20150

    Stati Generali del turismo sostenibile

    PORTICI (NAPOLI) – Il MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) ha convocato al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, storica stazione della prima ferrovia italiana inaugurata nel 1839, gli Stati Generali del Turismo Sostenibile in un convegno tenutosi dal 1 al 3 ottobre. Finalità del convegno è stata quella di riflettere sulle necessità e le criticità del turismo italiano per individuare le direttive che ne consentono lo sviluppo, «… sostenendo la vocazione italiana nel fare del […]

    Continua a leggere →
  • Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura5 ottobre 20150

    Il convento di san Pasquale Baylon, culla della cultura

    PORTICI (NAPOLI) – Al cenobio francescano di San Pietro d’Alcantara in piazza San Pasquale domenica 4 ottobre ha chiuso i battenti la mostra “Le Cinquecentine e le Seicentine dei Frati del convento del Granatello”. L’esposizione, inaugurata lo scorso venerdì 2 ha offerto ai visitatori l’opportunità di scoprire un tassello della tradizione culturale espressa nel tempo dai frati francescani a Portici. Al centro della sala dell’antica biblioteca situata al primo piano del convento dedicato a san Pasquale Baylon sono state visibili […]

    Continua a leggere →
  • Il Teatro cerca casa 2015-2016I3 ottobre 20150

    Il Teatro cerca casa 2015-2016I

    Ritorna il Teatro cerca casa, l’innovativa rassegna itinerante, quasi un carro di Tespi che di volta in volta trova ospitalità in case e location private della Campania. Il Teatro cerca casa vede la direzione artistica di Manlio Santanelli e l’organizzazione di Livia Coletti e di Ileana Bonadies Giunta alla sua IV edizione, la rassegna di quest’anno prenderà il via propria da casa Santanelli a Napoli, zona Vomero, lunedì 5 ottobre alle 18 con : ‘Na voce e ‘na chitarra, di […]

    Continua a leggere →
  • Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati3 ottobre 20150

    Milan Seles: 7 notti e 7 giorni abbracciati

    Facebook è bello anche perché ti da la possibilità di conoscere autori meno noti,  leggere libri che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di leggere perché non sono best sellers e non immersi nel circuito di distribuzione ufficiale. Qualche giorno fa mi ha contattato un giovane autore serbo, Milan Seles, e mi ha parlato del suo primo romanzo, che ha tradotto anche in italiano. Mi spedisce il pdf e inizia a parlarmene. Mentre ne parlava per la verità ero […]

    Continua a leggere →
  • Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin3 ottobre 20150

    Primo Torneo Internazionale Scacchi Vladimir Lenin

    CAPRI (NAPOLI) –  Il Torneo Internazionale Scacchi Isola di Capri Vladimir Lenin è in assoluto il primo meeting internazionale che si tiene nell’isola azzurra, quello organizzato dal Club Scacchi caprese e da suo presidente Michele Sorrentino. Sono giunti sull’isola ben cinquanta scacchisti, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, Russia, Serbia, Grecia, Spagna, Inghilterra e Filippine, che si contenderanno il trofeo. I giocatori sono divisi in Open A, superiori a 2000 elo e Open B fino a 1999 elo, e […]

    Continua a leggere →
  • Un ottobre alla Torre vicereale3 ottobre 20150

    Un ottobre alla Torre vicereale

    CETARA (SALERNO) – L’assessore alla Cultura Angela Speranza ha organizzato per le quattro domeniche di ottobre altrettanti eventi presso la Torre vicereale, con l’intento di «… vivacizzare l’autunno, fino al periodo festivo invernale, con alcuni appuntamenti culturali particolarmente legati al mondo dell’arte». Si inizia sabato 3 ottobre con l’arrivo nel borgo marinaro della delegazione della cittadina francese di Sète che come ogni anno compie una visita per il gemellaggio con Cetara. Per loro è stato organizzato un fine settimana di visite […]

    Continua a leggere →
  • Il cancro della corruzione2 ottobre 20150

    Il cancro della corruzione

    CERCOLA (NAPOLI) –  Alla biblioteca comunale “Giancarlo Siani” di zona Caravita il 5 novembre alle 17 il colonnello Claudio Mazzarese Fardella Mungivera, ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, scrittore e pubblicista sul fenomeno della corruzione nonché presidente COIR Ogaden e attuale Responsabile della Sicurezza NATO, presenta il suo libro “Il cancro della corruzione”, edizioni Rogiosi. L’iniziativa, aperta al pubblico, è stata organizzata dall’Istituto Comprensivo “De Luca Picione – Caravita” in collaborazione con il comune di Cercola, che ha patrocinato moralmente l’evento. Si […]

    Continua a leggere →
  • #NFF: Ricordando Giancarlo Siani2 ottobre 20150

    #NFF: Ricordando Giancarlo Siani

    NAPOLI – In occasione della celebrazione del trentennale della scomparsa di Giancarlo Siani, giornalista di “Il Mattino” assassinato dalla camorra la notte del 23 settembre 1985, al cinema “Metropolitan” di via Chiaia nell’ambito del Napoli Film Festival lo scorso mercoledì 30 settembre si è svolto l’evento “Ricordando Giancarlo Siani”. Per l’occasione è stato proiettato il film di Marco Risi “Fortapàsc” (2009) preceduto dagli interventi dello stesso regista, dello sceneggiatore Andrea Purgatori e dell’attore protagonista Libero de Rienzo, moderati dal vicedirettore […]

    Continua a leggere →
  • In memoria delle Quattro Giornate di Napoli1 ottobre 20150

    In memoria delle Quattro Giornate di Napoli

    NAPOLI – Le Quattro Giornate di Napoli sono un evento epocale della storia della Città. I napoletani durante la II guerra mondiale, esasperati dai soprusi e dall’oppressione nazifascista, insorsero con una Resistenza che durò dal 27 al 30 settembre 1943. Napoli fu la prima tra le città d’Europa a ribellarsi con forza, coraggio ed eroismo liberandosi  dall’occupazione tedesca ricevendo la medaglia d’oro al valor civile. Nel 70esimo anniversario di quegli eventi l‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ANPI […]

    Continua a leggere →
  • Il film: Per amor vostro30 settembre 20150

    Il film: Per amor vostro

    Napoli. Anna si ritiene cos’e nientè, perché era ritenuta tale: per questo ha subito fin da piccola angherie. Ha pure sposato un usuraio. Solo l’amore per i figli è grande come il sole. Ha finalmente ottenuto ‘o posto, in cui è valutata con rispetto. È un film (ITA-FRA, ‘15) magico e misterioso. Il regista è Giuseppe M. Gaudino, che l’ha sceneggiato insieme alla giovane Lina Sarti e Isabella Sandri: però quest’ultima non è semplicemente sua collaboratrice costante, ma spesso è […]

    Continua a leggere →
  • Martone al Film Napoli Festival30 settembre 20150

    Martone al Film Napoli Festival

    NAPOLI – Il Napoli Film Festival, la rassegna cinematografica giunta quest’anno alla sua diciassettesima edizione, è iniziato con un grande evento: lunedì  28 settembre al Cinema Metropolitan in via Chiaia nell’ambito della rassegna “Incontri ravvicinati” rendez-vous con il regista Mario Martone, intervistato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo d’Errico. Martone, sollecitato dalle domande di d’Errico, ha ripercorso analiticamente la sua carriera e le sue esperienze cinematografiche per fornire al pubblico del Napoli Film Festival un quadro unitario, da cui […]

    Continua a leggere →